Joyce Mansour, 5 poesie

Cris, 1953 Mi piacciono le calze che rassodano le tue gambe.Mi piace il busto che sostiene il tuo corpo tremanteLe tue rughe i tuoi seni ballonzolanti la tua aria affamataLa vecchiaia contro il mio corpo tesoLa vergogna davanti ai miei occhi che sanno tuttoI vestiti che odorano del tuo corpo …

Gisèle Prassinos e la capanna indiana

Torniamo laggiù, vieni.Nei campile capanne di foglie coprono ancora le nostre brevi ombresulla tua fronte la verde gloria non è appassita– l’altra è stata un sogno –e nei fruttetii frutti di un tempo non hanno saputosenza tetrasformarsi in albero. Vieni, Rosso mio, prendi le armiavrà i miei cardimi chiamerò Fiore …

La chiave a scheletro

Le poesie di Corrado Bianchetto Songia Sono tra le righe delle mie minute-in corpo zero, in margine-le cose che non ti ho mai detto, quel che di me non sai. Fra le tuescapole, alate di preghieracome una lunga cicatrice… *** C’è stato un tempoche dormivo bene – al buio dell’invernodella …