Sulla strada con Vittorio Sereni

Perché quelle piante turbate m’inteneriscono?Forse perché ridicono che il verde si rinnovaa ogni primavera, ma non rifiorisce la gioia?Ma non è questa volta un mio lamentoe non è primavera, è un’estate,l’estate dei miei anni.Sotto i miei occhi portata dalla corsala costa va formandosi immutatada sempre e non la muta il mio …

Voynich/ Davvero decifrato il manoscritto più misterioso del mondo?

Sarebbe stato decifrato il ‘codice’ del testo più misterioso del mondo, il manoscritto Voynich. Lo ha scritto ieri sera l’Ansa e oggi (16.05.2019) lo riportano alcuni giornali. Il documento, della metà del ’400, sarebbe scritto in una lingua romanza molto antica ed estinta. Il testo non solo non era stato decrittato …

Patrick Modiano e le botteghe oscure

Scrivete ciò che non ricordate, scrivete di ciò che non vi è vicino, scrivete di ciò che non conoscete. Inviti come questo ribaltano quelli di Hemingway e quelli di Singer. Lo fanno addirittura con strepito e chiasso come di casseruole, vasi, vetri scaraventati. Eppure invertendo la poetica positiva di quanto sappiamo, …

A lezione da Philip Roth

Chi come me conduce corsi di Scrittura Creativa deve confrontarsi lungamente con alcuni cliché legati all’attività letteraria e artistica. Spesso chi vorrebbe scrivere, come chi già lo fa con serietà, crede pregiudizialmente che doti naturali, cultura e ispirazione (qualsiasi cosa voglia dire questo sostantivo) costituiscano,  accanto ad alcune lezioni teoriche, il …

Gisèle Prassinos e la capanna indiana

Torniamo laggiù, vieni.Nei campile capanne di foglie coprono ancora le nostre brevi ombresulla tua fronte la verde gloria non è appassita– l’altra è stata un sogno –e nei fruttetii frutti di un tempo non hanno saputosenza tetrasformarsi in albero. Vieni, Rosso mio, prendi le armiavrà i miei cardimi chiamerò Fiore di …

La chiave a scheletro

Le poesie di Corrado Bianchetto Songia Sono tra le righe delle mie minute-in corpo zero, in margine-le cose che non ti ho mai detto, quel che di me non sai. Fra le tuescapole, alate di preghieracome una lunga cicatrice… *** C’è stato un tempoche dormivo bene – al buio dell’invernodella luce …

Back to Top
error: Content is protected !!